TOP
Calcio Persone

Il Bello di essere David Beckham: la fantastica storia dell’uomo più sexy e ricco del pianeta

L’Inter Miami FC è la creatura sportiva voluta da David Beckham e che nel 2020 debutterà nella MLS americana.
Puntando sul suo brand personale il buon Beckham esercita attrazione su alcune stelle internazionali di primo piano come Mertens e Busquest che già ammicca al campionato a stelle e strisce senza tanti giri di parole. Libertas, Unistas, Fortuna è il motto del Club ed in un certo senso è un pò il leit motiv del suo, per certi versi incredibile, percorso professionale dentro e fuori dal campo.

1995: Storia di un ragazzo londinese agli esordi

La storia di David Beckham è una fantastica avventura che inizia dai campi di calcio inglesi e fa il giro del mondo partendo da Madrid arrivando Los Angeles per poi tornare a Milano, e terminare a Parigi, e questo solo per quanto riguarda la carriera calcistica. Gli ingredienti sono i più variegati e intrecciano calcio, moda, marketing e beneficenza, più incassi milionari e un romantico matrimonio con l’ex Spice Girls Victoria Adams.

Quando a soli 19 anni nel 1995 David Beckham esordisce nel Manchester United è ancora un adolescente che iniziava a dare i primi calci al pallone e nonostante piccole esperienze nella massima lega, chissà se avrebbe immaginato di diventare uno degli uomini più belli e influenti del pianeta. Ma soprattutto chissà se avrebbe mai immaginato che sarebbe poi diventato nel 2012, il calciatore più pagato al mondo. Il diavolo rosso inizia la propria avventura a Manchester per costruire il suo impero di marketing e immagine diventando ben presto l’uomo più fashion del millennio. Durante l’avventura a Manchester conosce la splendida Victoria Adams, ex cantante delle Spice Girls ed è subito amore.

Diventano la coppia più famosa in tutto il mondo e la loro immagine viene subito legata al marketing e alla moda. Simbolo di una bellezza ideale, i due Spice Boy nel 1999 si sposano e Victoria cambia il suo cognome in Victoria Beckham, ma la scelta è casualmente commerciale o dettata dall’amore? Nel 2001 l’ex Spice pubblica un album da solista intitolato semplicemente: Victoria Beckham.

2002: Sognando David Beckham e un marketing milionario

Nel 2002 il bellissimo londinese ispira un film sulle vicende di una ragazza che sogna di giocare al calcio ma viene contrastata dai genitori perché fortemente legati alla tradizione, – Sognando Beckham – è il titolo del film, diviene campione di incassi con circa 80 milioni di dollari al botteghino ed è il primo film occidentale ad essere trasmesso dalla televisione nordcoreana.

Il cerchio del marketing e del successo inizia ad allargarsi e spuntano numerose pubblicità in cui il bellissimo David fa da testimonial: le donne di tutte il mondo sognano una notte con lui, ma rimane fedele alla sua amata Victoria. Neanche le voci del 2004 da parte dell’ex portavoce Rebecca Roos riescono a smontare il matrimonio perfetto tra David e Victoria.

Intanto da diavolo rosso il bellissimo David diventa un blanco madrileño nel 2003 e continua a riscuotere successi sia nel mondo del calcio che nel mondo della moda, tanto che si afferma sul piano mondiale e piace sia agli uomini che alle donne. Agli uomini piace per tutte quelle noiose e grigie teorie tattiche con quei numeri improbabili, impossibile da strutturare da parte mia in questo articolo e che non voglio nemmeno immaginare… Alle donne entra nel cuore (e non solo) per via della sua bellezza statuaria e per la sua storia d’amore con Victoria che continua a vivere momenti magici e a regalare eredi ai due innamorati.

Il mondo della moda e la fama mondiale

Intanto continuano a fioccare contratti e David Beckham diventa sempre di più nell’immaginario delle donne, il prototipo di uomo ideale, il più bello dell’Universo: H&M, Adidas, Vodafone, Coca Cola, Gillette, EA Sport, sono solo alcune dei brand di fama mondiale che affidano a David la propria immagine e, per completare il curriculum e la sua fama di attore, il diavolo biondo si trasferisce a Los Angeles, la patria del cinema, esordendo nella squadra della città, i Los Angels Galaxy, continuando a firmare contratti milionari. Le sue brevi apparizioni in squadre come Milan e PSG non fanno altro che moltiplicare la sua incredibile fama nel resto del centro Europa tra Italia e Francia.

2015: David Bekham è il più sexy del mondo

Il Bello di essere David Beckham è soprattutto essere famosi in tutto il mondo non come calciatore più forte, ma come modello e idolo delle donne, mito della moda e del marketing, le sue foto fanno ancora il giro del web e delle televisioni, a 42 anni il bel David ha ancora un corpo invidiabile e una bellezza capace di continuare a mantenere un marchio estetico e un marketing da milioni di dollari.

Quando nel 2015 viene nominato dalla rivista People come – L’uomo più sexy del Mondo – il diavolo londinese risponde alle interviste con humor inglese: “pensavo che un uomo di 40 anni con 4 figli avesse già passato la data di scadenza”.

La sua timidezza è il suo senso dell’umorismo fanno innamorare sempre di più le donne e la Beckhamania non si appresta a diminuire, così come i suoi tatuaggi, se ne contano più di 40, intanto il bellissimo modello – calciatore continua a vivere a contatto con i figli facendo il buon padre, e diventa Ambasciatore di Buona Volontà dell’Unicef: moda, calcio, marketing, premi e beneficenza, questo brand di nome Beckham è in grado di offrire un’immagine di sé a trecentosessanta gradi. Nel dicembre del 2016 è tra i primi a farsi tatuaggi animati contro la violenza sui bambini, a ricordare in quanto Ambasciatore dell’UNICEF, quanto la violenza sull’infanzia possa danneggiare sia a livello fisico che psichico i bambini, segnando le loro vite per sempre.

2016: David Beckham entra definitivamente nel mondo della moda

C’era da aspettarselo, d’altronde erano anni che il sensuale modello – calciatore compariva come testimonial anche per i brand più importanti del mondo della moda, da solo o con la splendida moglie Victoria Beckham. Così, nel 2016 anche David entra a tutti gli effetti nel magico mondo della moda, non segue le orme della moglie, designer affermata, ma intraprende la carriera di businessman. Nel 2015 ha comprato una quota dell’importantissimo e storico marchio inglese di nome Kent & Curwen, e ha lavorato insieme al socio Simon Fuller per rilanciare il marchio. Nel giugno del 2016 affida al famoso stilista Daniel Kearns il design del suo marchio ed esordisce con una sfilata nella sua città natale, Londra, durante uno dei più famosi eventi dell’abbigliamento circondato dagli stilisti più famosi: la settimana della moda maschile. Accanto a lui è presente la meravigliosa Victoria che si è goduta tutti i momenti dell’esordio nel mondo della moda fashion del suo maritino. Nonostante il successo, i milioni di euro, il marketing e gli affari, per David Beckham il ruolo più importante rimane sempre quello di marito e padre, infatti appena può non disdegna di stare lontano dai fotografi e dalle telecamere e passare intere giornate in compagnia della sua famiglia.

Cambio ogni anno squadra di calcio… Puntualmente quella a cui tengo retrocede. Ho visto il primo gol di Miccoli in Serie A, conosciuto la “Veronica” di Zidane e rimasto stregato dal Superclasico di Buenos Aires . Seguo più gli eventi sportivi da divano che quelli mondani da drink in mano.

«

»

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *