TOP
Persone Sport

Boris Becker ha “alzato” il gomito?

L’ex tennista tedesco Boris Becker, vincitore in carriera di sei Grandi Slam, si trova in questi giorni in Australia ingaggiato come commentatore del torneo dal network Eurosport.

Quello che è stato un numero 1 della classifica ATP è già stato, negli ultimi tempi, al centro di una storia di debiti e di bancarotta in merito alla quale, di recente, ha anche rilasciato un’intervista al quotidiano svizzero Neuer Zürcher Zeitung parlando per la prima volta dei suoi problemi economici.

Nel giugno del 2017 è stato infatti dichiarato fallito per non aver pagato un debito contratto quando ha rilevato una proprietà di Maiorca, in Spagna. Un “disguido” con la banca che chiede il 25% degli interessi. Un ammontare che non lo trova d’accordo e che lui dice essere molto inferiore (“tra il 3 ed il 5 per cento“).

Nel bel mezzo di questo scandalo economico, il tennista si è ritrovato come fenomeno virale nell’ambito del suo lavoro all’Australian Open.
Complice il forte caldo che sta attanagliando il Nuovissimo Continente, Becker si è presentato in TV con una maglietta a maniche corte che ci ha permesso di notare un misterioso dettaglio sul suo gomito sinistro.  Questo rigonfiamento del gomito ha generato la curiosità del pubblico che, tralasciando i suoi commenti tecnici, si è rovesciato sui social nel tentativo di capire il motivo di quel dettaglio anomalo e facendo sì che quelle immagini diventassero virali.

Tuttavia, diversi medici hanno ipotizzato che potesse essere il risultato di una ferita all’arto e che il rigonfiamento è più semplicemente una grave infiammazione ovvero una comunissima borsite risolvibile con una semplice aspirazione del versamento tramite siringa.

In realtà già nel 2014, quando Becker allenava il tennista Novak Djokovic, era stato fotografato in occasione di una seduta di allenamento con il gomito nelle stesse condizioni. I suoi fan già al tempo di erano allarmati ma lo stesso campione non ha mai raccontato cosa gli fosse successo…

Cambio ogni anno squadra di calcio… Puntualmente quella a cui tengo retrocede. Ho visto il primo gol di Miccoli in Serie A, conosciuto la “Veronica” di Zidane e rimasto stregato dal Superclasico di Buenos Aires . Seguo più gli eventi sportivi da divano che quelli mondani da drink in mano.

«

»

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *