TOP
Calcio

Focus Russia 2018 – La solita e solida Germania

Come arriva a questi Mondiali

La Germania è stata una delle prime squadre a qualificarsi per la Coppa del Mondo in Russia. I tedeschi hanno dominato il loro girone mettendo il punto esclamativo nella vittoria per 3 a 1 contro l’Irlanda del Nord il 5 ottobre 2017. Arriva in Russia da Campione in carica, ed avendo dato una grande prova di forza nelle qualificazioni avendo vinto 10 partite su 10 segnando 43 gol…
L’intento dichiarato è difendere il titolo conquistato in Brasile 4 anni fa.

Il Simbolo

Difficile scegliere un singolo giocatore in un contesto di squadra come quello tedesco. Anzi forse è davvero l’aggregazione delle singole stelle il vero valore aggiunto della Germania. Se proprio bisogna fare un nome, allora diciamo che Toni Kroos è forse oggi la figura più matura ed esperta a livello internazionale.
Il centrocampista 27enne era uno dei punti di riferimento della squadra già nel vittorioso mondiale del 2014 in Brasile e si pone oggi come collante in questa fase di ricambio generazionale che la Germania ha messo in atto.

Una citazione ad honorem la merita invece Thomas Muller che partecipa al suo terzo Mondiale e vanta la targa del miglior bomber più prolifico ancora in attività: 10 reti in 13 partite ad oggi disputate in una fase finale.

Il Boss

Joachim Löw è l’allenatore della Germania dal lontano 2006, quando ha preso il posto di Juergen Klinsmann, di cui è stato il suo assistente.
Da allora ha raccolto grandi successi e sta portando avanti con la federazione tedesca un progetto a lungo termine che lo vede ancora protagonista.
Da quando si è seduto sulla panchina della nazionale, Löw vanta 158 match, di cui 107 vittorie , 28 pareggi e 23 sconfitte ottenendo perciò il 73,6% dei punti.

Nelle sue due precedenti partecipazioni ad un mondiale (del 2010 e del 2014) è sempre andato a podio conquistando un terzo ed un primo posto. Inoltre con una squadra B fatta di soli giovani ha conquistato l’ultima Confederation Cup.

Partecipazioni alla Coppa del Mondo

Più che il numero delle partecipazioni ad una fase finale della Coppa del Mondo (18) fa impressione il numero di titoli conquistati, ben 4 come l’Italia e solo uno in meno al Brasile Pentacampeao. La Germania vanta inoltre 13 semifinali mondiali disputate ed otto finali giocate. Una cosa è certa, in Russia non troverà lo spauracchio Italia, che in tutte le edizioni di un Mondiale l’ha sempre eliminata in una gara ad eliminazione. Un motivo in più per credere nel quinto titolo.

Cambio ogni anno squadra di calcio… Puntualmente quella a cui tengo retrocede. Ho visto il primo gol di Miccoli in Serie A, conosciuto la “Veronica” di Zidane e rimasto stregato dal Superclasico di Buenos Aires . Seguo più gli eventi sportivi da divano che quelli mondani da drink in mano.

«

»

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *